Dopo l’assegnazione delle frequenze agli operatori sono partite le sperimentazioni nelle grandi città: si tratta di una tecnologia emergente destinata a cambiare la fabbrica del futuro.

Nel mondo dell’industria le tecnologie emergenti rappresentano un tema di interesse strategico per le aziende, perché la strada per l’innovazione passa anche di qui. Le evoluzioni che vedremo nei prossimi anni avranno degli impatti positivi sui processi produttivi delle aziende, ottimizzando tempi e migliorando l’efficienza.

Da questo mese nel nostro blog proveremo a tracciare un quadro di alcune tecnologie da tenere sott’occhio, perché in un mondo complesso è importare conoscerne i cambiamenti per saper evolvere e adattarsi.

 

IL 5G

Abbiamo voluto iniziare con il 5G, di cui si è sentito parlare molto negli ultimi mesi, prima con l’assegnazione delle frequenze agli operatori, e più di recente con le sperimentazioni in alcune grandi città, quali Milano, Bologna, Torino, Roma e Napoli.

Anche se ci vorranno alcuni anni perché questa tecnologia entri a regime, il 2019 è decisamente l’anno di inizio.

Foto di Jan Vašek da Pixabay

Il 5G è la rete di quinta generazione per le connessioni mobili in grado di consentire connessioni ad altissima velocità, più potenti e con tempi di latenza più bassi. Per avere un’idea, può contare su una velocità di 100 Megabit per secondo in download e di 50 in upload con una latenza massima di 4 millisecondi, contro i 20 della tecnologia attuale LTE.

Un altro vantaggio sarà la possibilità di mettere in rete un numero di dispositivi 100 volte maggiore rispetto a quello attuale, con ripercussioni industriali positive nell’ambito dell’Internet of Things e Industrial Internet Of Things. Oggi, infatti, sono sempre di più gli apparati connessi e pertanto questa tecnologia sarà la risposta adeguata per la loro gestione.

L’Industrial Internet Of Things potrà essere combinata con la realtà aumentata, l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per rendere la produzione futura più veloce, economica e sicura.

Foto di Pexels da Pixabay


LE APPLICAZIONI

In concreto, quali sono le applicazioni di questa tecnologia emergente?

Difficile stilare una lista esaustiva, ma basta qualche esempio relativo alla quotidianità per capirne le potenzialità.

Ad esempio, pensate al settore ICT, dove i costi di trasmissione dei dati saranno abbattuti grazie alla capacità di rete di 40 volte superiore rispetto a quella del 4G. Oppure a quello della Pubblica Amministrazione, in cui potranno essere aumentate le possibilità di prevedere le calamità naturali. Se ci spostiamo nel campo della Salute, in futuro non saranno pochi i medici che potranno monitorare da remoto lo stato dei loro pazienti e prevedere eventuali problemi.

Ancora, in ambito educativo la conoscenza sarà ancora più facile da condividere e accessibile, anche a studenti con difficoltà. E nel mondo dell’arte e dell’intrattenimento si potrà accedere in modo semplice e veloce a formati multimediali, come video in 3D o in realtà aumentata.

Nel settore elettrico, dove anche EiQ Industrial opera nell’ambito della produzione di quadri elettrici, si potranno monitorare i consumi in tempo reale ed evitare sprechi.


LE APPLICAZIONI NEL SETTORE MANIFATTURIERO

Il Third Generation Partnership Project, ente che raggruppa organizzazioni che sviluppano standard di telecomunicazioni, ha individuato 6 aree di applicazione del 5G nell’industria:

  • automazione di fabbrica;
  • automazione di processo;
  • sviluppo di interfacce uomo-macchina;
  • gestione di logistica e magazzini;
  • monitoraggio di processi ed asset;
  • manutenzione basata su sensori e analisi dei dati.

Tutti questi aspetti si intrecciano con altre tecnologie, come il controllo delle macchine in movimento, la comunicazione tra diverse apparecchiature industriali di controllo, i pannelli di controllo mobile utilizzabili per configurare, monitorare ed eseguire la manutenzione dei macchinari, robot e intere linee di produzione.

L’industria del futuro con il 5G sarà basata sulla flessibilità e versatilità di produzione e logistica, così come su sicurezza, ottimizzazione delle risorse e aumento della qualità.

 

Fonti: https://anieautomazione.anie.it/osservatorio-dellindustria-italiana-dellautomazione-7/?contesto-articolo=%2Fpubblicazioni%2F#wpcf7-f2587-p2507-o1

https://www.3gpp.org/about-3gpp/about-3gpp