Non solo bitcoin: questa tecnologia emergente nei prossimi anni è destinata a trasformare la condivisione di informazioni e le transazioni, anche nell’industria manifatturiera. Proviamo a capire di che cosa si tratta.

L’abbiamo sentita nominare molte volte, eppure è una tecnologia ancora non del tutto compresa perché tutt’ora in una fase di sperimentazione in cui si sta cercando di comprenderne le potenzialità.

Stiamo parlando della blockchain e questo mese, dopo l’articolo sul 5G e con l’aiuto dell’Osservatorio dell’Industria Italiana dell’Automazione di ANIE Automazione, cercheremo di spiegare a che cosa si riferisce questa tecnologia e come può migliorare le attività dell’industria manifatturiera.

 

COS’E’ LA BLOCKCHAIN

L’abbiamo sentita nominare soprattutto in relazione ai bitcoin o ad altre monete virtuali presenti nel mercato: la blockchain in questo caso serve a monitorare il corretto svolgimento di tutte le operazioni. Eppure, si tratta solamente di una minima parte di tutti i possibili utilizzi.

In generale, infatti, la blockchain è una tecnologia di condivisione che offre servizi e vantaggi alla comunità del web a condizione che avvenga una collaborazione tra chi ne fa parte. Solo così può funzionare e non si verifica alcun tipo di blocco.

Scendendo ad un livello più tecnico, stiamo parlando di una struttura di dati condivisa e immutabile. Le voci sono raggruppate in pagine concatenate in ordine cronologico e viene assicurata l’integrità grazie all’utilizzo della crittografia.

Foto di Jae Rue da Pixabay


QUALI SONO I VANTAGGI?

  • Affidabilità: non è governata dal centro e se uno dei nodi della catena subisce un attacco, tutti gli altri nodi rimangono comunque operativi, non perdendo informazioni importanti.
  • Trasparenza: le transazioni sono visibili a tutti i partecipanti.
  • Convenienza: non ci sono interlocutori di terze parti, quindi lo scambio è sicuro.
  • Solidità: le informazioni non possono essere modificate in alcun modo.
  • Irrevocabilità: le transazioni, sempre tracciate, non possono essere modificate o annullate.
  • Digitalità: tutto è virtuale.

 

GLI AMBITI APPLICATIVI

Sono i benefici appena elencati che rendono la blockchain ricca di potenzialità per l’industria manifatturiera.

Nell’ambito dello Smart Manufacturing, ad esempio, può essere utilizzata per supportare meglio la produzione, la logistica e la catena di fornitura. Questo perché vengono garantite la sicurezza e l’affidabilità a tutto il processo, preservando al contempo il dato e la sua sicurezza. Nell’industria di trasformazione, sono state sviluppate applicazioni per i pagamenti digitali e nelle transazioni di pacchetti di dati che rappresentano specifici prodotti e anche le loro logiche di produzione.

Ancora, nell’ambito della supply chain, le transazioni in tutte le varie fasi della filiera possono essere tracciate e descritte in un database decentralizzato: in questo modo si riducono i costi di trascrizione, i ritardi e i possibili errori del personale.

Nell’Internet of Things, la blockchain può essere utilizzata per migliorare la comunicazione tra i dispositivi interconnessi e a rendere lo scambio di informazioni più sicuro e veloce. Inoltre, può essere utile per gestire l’identità delle cose così da creare certificazioni delle filiere basate sui dati dell’IoT. Altri sviluppi riguardano il riconoscimento di oggetti virtuali e fisici che può diventare più sicuro e attendibile.


LE PROSPETTIVE FUTURE

A che punto siamo con la diffusione della blockchain?

Al momento siamo in una fase di studio in cui le organizzazioni stanno cercando di approfondire la conoscenza di questa tecnologia. Fino al 2020 continueranno le sperimentazioni che mirano a comprendere le potenzialità e le criticità.

In prospettiva, nel corso dei prossimi 5-6 anni, entreremo nella fase di trasformazione in cui questa tecnologia modificherà le modalità di relazione, integrazione, collaborazione portando innovazione a livello tecnologico, gestione dei dati e governance.

 

Fonti: https://anieautomazione.anie.it/osservatorio-dellindustria-italiana-dellautomazione-7/?contesto-articolo=%2Fpubblicazioni%2F#wpcf7-f2587-p2507-o1